Diritti e doveri del Socio

Sono diritti del Socio:

  • partecipare al Congresso della Associazione;

  • proporre iniziative societarie

  • chiedere informazioni sulle iniziative adottate dalla Associazione per la realizzazione delle

  • finalità statutarie;

  • partecipare e proporre la presentazione di contributi scientifici ai Congressi e Simposi

  • organizzati dalla Associazione;

  • accedere ai resoconti delle relazioni congressuali

  • ricevere le eventuali stampe dell'Associazione.

I Soci Ordinari sono tenuti a:

  • versare regolarmente la quota associativa;

  • attenersi alla deliberazione degli organi associativi;

  • adeguarsi e collaborare al perseguimento delle finalità sociali ed adeguarsi alle norme

  • statutarie regolamentari;

  • tenere comportamenti rispettosi del codice deontologico medico.

  • adeguarsi e partecipare alle attività di ECM secondo le disposizioni vigenti'.

E' diritto del socio usufruire dei mezzi di informazione (sito web ed eventuale notiziario) per esprimere proposte e richiedere informazioni su tematiche associative, ottenendo, per quanto possibile, sollecita risposta dagli organi competenti.

Doveri dei Consiglieri

Il Consigliere eletto è tenuto a partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo. I consiglieri devono svolgere eventuali singoli compiti che l'Assemblea o il Consiglio Direttivo attribuisce loro.

Eleggibilità alle cariche sociali

Per essere eleggibili bisogna essere iscritti all’associazione da almeno 5 anni ed essere in regola con la quota d’iscrizione dell’anno in corso.

Domande di iscrizione

L’ iscrizione, redatta su apposito modulo predisposto dal Consiglio Direttivo, è possibile per:

 Specialisti in Oftalmologia.

 Iscritti alla Scuola di Specialità in Oftalmologia.

Possono fare altresì richiesta di ammissione all’Associazione anche gli Ortottisti-Assistenti di Oftalmologia, gli Iscritti al Corso di Laurea per Ortottisti-Assistenti di Oftalmologia ed eventuali altre figure professionali come cultori dell’Oftalmologia.

L’iscrizione comporta la quietanza di pagamento della quota associativa, la presa visione dello Statuto e del Regolamento della Associazione e l’accettazione incondizionata dei relativi contenuti.

Quota di iscrizione

La quota di iscrizione deve essere versata alla Associazione con le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo anche in occasione del Congresso annuale e sarà considerata valida fino al Congresso dell’anno successivo.

Deleghe

Le deleghe di cui all'art. 12 dello Statuto devono essere conferite, per iscritto, solo per singole assemblee e i documenti relativi devono essere conservati presso la Segreteria.

La delega deve indicare il nome del rappresentante e la firma del rappresentato.

Svolgimento delle operazioni assembleari

L’Assemblea generale ha luogo durante il Congresso annuale , la convocazione avviene mediante il programma, il Presidente riferirà delle iniziative societarie ed il Segretario della situazione finanziaria. L’ordine del giorno comprenderà, oltre quanto stabilito dal Consiglio Direttivo, anche delle mozioni presentate da almeno dieci soci ordinari con 15 giorni di anticipo.

Per altre eventuali assemblee l’avviso di convocazione con l'indicazione dell'ordine del giorno è reso pubblico dal sito Internet e spedito per posta elettronica con un anticipo di almeno 30 giorni. All'inizio di ogni assemblea il Presidente ne constata la validità. In seconda convocazione l'Assemblea è valida se è presente almeno il cinque per cento (5%) dei soci anche per delega. Il Presidente introduce ogni argomento posto all'Ordine del Giorno, dirige la discussione e ne proclama il risultato. Sia nell'Assemblea Ordinaria che in quella Straordinaria le votazioni possono essere espresse anche con metodi informatizzati o per posta. In caso di voti segreti il Presidente nomina tre o più scrutatori, per la costituzione del seggio elettorale, ai quali vengono consegnate le schede di votazione per il loro conteggio e spoglio; il risultato viene comunicato al Presidente che proclama l'esito della votazione. La trasmissione telematica del voto può essere esercitata, senza alcuna possibilità di delega nè in nome proprio nè di terzi, esclusivamente da parte dell'associato che sia intestatario dell'indirizzo di posta elettronica mittente ai fini del riconoscimento del diritto di voto. Il voto telematico deve essere esercitato entro l'ora prefissata nell'avviso di convocazione per la discussione dell'argomento posto all'ordine del giorno, presso l'indirizzo di posta elettronica appositamente istituito dall'Associazione. I tre o più scrutatori nominati dal Presidente, in caso di votazioni segrete, saranno incaricati anche dello scrutinio delle votazioni espresse per via telematica da effettuarsi alla presenza del Collegio dei revisori ovvero di un Notaio. Il voto singolo per corrispondenza deve pervenire alla segreteria dell'Associazione o al Notaio designato entro l'ora prefissata nell'avviso di convocazione per la discussione dell'argomento posto all'ordine del giorno e in doppia busta: all'esterno della prima busta dovranno risultare le generalità del mittente per verificarne il diritto al voto; la busta interna, contenente solo l'anonima espressione del voto, deve essere chiusa e priva di qualsiasi segno di riconoscimento. I tre o più scrutatori nominati dal Presidente, in caso di votazioni segrete, saranno incaricati anche dello scrutinio delle votazioni espresse per corrispondenza da effettuarsi alla presenza del Collegio dei revisori ovvero di un Notaio. Tutte le deliberazioni dell'Assemblea vanno riportate nel verbale redatto e sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Commissioni

Il Consiglio Direttivo può istituire Commissioni, cooptando anche soci esterni al Consiglio stesso, per l'esame di problemi specifici e la formulazione di pareri e proposte che vengono portati all'attenzione del Consiglio Direttivo e, ove opportuno, alla successiva approvazione dell'Assemblea. Le Commissioni si sciolgono automaticamente con la presentazione dei risultati del compito loro assegnato dal Consiglio Direttivo.

Lavori scientifici

Le presentazioni scientifiche possono essere presentate unicamente dai Soci. Il Consiglio Direttivo dà la facoltà ai Soci di presentare ai Congressi lavori scientifici inerenti i temi Congressuali in collaborazione con Autori appartenenti ad altre discipline scientifiche. Il Socio è sempre tenuto a comunicare alla Segreteria, al momento della presentazione dei lavori, la qualifica dei collaboratori non oculisti.

Spese per la pubblicazione di Relazioni e di Atti relativi a Simposi o Tavole

Rotonde

Il Consiglio Direttivo decide di volta in volta se tali spese debbano essere a carico esclusivo degli Autori, oppure, a seconda delle disponibilità finanziarie, anche in tutto o in parte a carico della Associazione. L'Associazione, può assegnare anche soltanto un contributo in denaro.

Premi

I premi istituiti dalla Associazione, vengono banditi secondo norme decise annualmente dal Consiglio Direttivo e comunicate sul sito.

Attività direttamente connesse all'oggetto sociale

L'Associazione potrà inoltre svolgere ogni altra attività direttamente connessa all'oggetto sociale o comunque finalizzata al perseguimento degli scopi sociali, ovvero accessorie ed integrative delle stesse. A titolo esemplificativo e non esaustivo, l'Associazione può:

- creare e promuovere servizi assistenziali, previdenziali, pensionistici e di solidarietà;

- promuovere azioni giudiziarie e/o giurisdizionali a tutela dell'Associazione ovvero costituirsi nelle medesime anche qualora le azioni siano rivolte verso i singoli associati.

Criteri per la redazione del Bilancio Consuntivo

Il Bilancio consuntivo è redatto in conformità alle disposizioni del Codice Civile e secondo i Principi Contabili applicabili ad una impresa in funzionamento, suggeriti dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e Ragionieri. Il Bilancio è costituito dalla Situazione Patrimoniale, dal Rendiconto Economico e dal Rendiconto Finanziario, secondo le modalità previste dal presente articolo e dallo statuto associativo. Il Consiglio Direttivo può produrre all'assemblea dei Soci la certificazione di bilancio avvalendosi della collaborazione di società di revisione e certificazione di bilancio iscritta al registro dei revisori contabili istituito con D.M. del 12/4/1995 presso il Ministero di Grazia e Giustizia.

Criteri di valutazione

La valutazione delle voci del Bilancio Consuntivo è fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e competenza, nella prospettiva della continuazione dell'attività e più in generale a quanto previsto dall'art. 2423 e ss. del C.C. Nella valutazione delle voci di bilancio devono essere rispettati i criteri previsti dall'art. 2426 del C.C.

Sede legale

La sede legale è la Clinica Oculistica dell’università di Messina.

 

 

  Copyright © 2010 - Società Oftalmologica Siciliana - Tutti i diritti riservati - @email  

Copyright - La Società Oftalmologica Siciliana diffida chiunque dal riprodurre, sia pure parzialmente, il contenuto del presente sito e tutte le info, video o  foto contenute in esso.

Realizzazione sito web: © Futur Shop